Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Scambi, stage, gemellaggi

Questa sezione del sito dell'Istituto Ferrini Franzosini raccoglierà le informazioni su scambi, stage, gemellaggi.....

2018-2019

Martedì, 9 Aprile, 2019 - 17:19

«Lo scambio in Germania è diventata una vera e propria istituzione - afferma la professoressa Roberta Gaggero, docente di lingua tedesca, che insieme alla collega di geografia, Letizia Badà, segue da vicino il progetto. - La nostra scuola lo porta avanti con successo da quattro anni». A dicembre alcuni ragazzi della classe 2B Turismo dell’istituto Ferrini-Franzosini si sono recati per una settimana in Germania nel paese di Ottobeuren. Ora gli amici bavaresi sono venuti a loro volta sulle sponde del Lago Maggiore.

I quindici studenti tedeschi, accompagnati dai professori Heinz Köster e Annett Falkenhagen, sono giunti a Verbania sabato 6 aprile e hanno trascorso il fine settimana con le famiglie ospitanti tra escursioni e gite fuori porta. Le attività in programma per gli studenti e i loro coetanei italiani sono molte, tra cui la visita a Villa Taranto, alle Isole Borromee, a Orta San Giulio, al Museo del granito di Baveno, alle Terme di Premia e a Milano. Significativo è stato l’incontro, lunedì 8 aprile in Municipio a Pallanza, con il sindaco Silvia Marchionini. I ragazzi hanno posto diverse domande sui progetti e sui risultati ottenuti dal sindaco durante il mandato ormai quasi giunto al termine. L'incontro si è concluso con uno scambio di doni tra gli studenti tedeschi e il sindaco di Verbania.

Giovedì 11 aprile nell’auditorium dell’Istituto Ferrini sono in programma un rinfresco e una festa finale per condividere i momenti passati insieme prima della partenza, prevista per la mattina di venerdì 12 aprile.

Maria Piazza e Aurora Serao

 

Venerdì, 15 Marzo, 2019 - 00:00

 Da un viaggio all'altro, le classi del Ferrini e del Franzosini sono ormai europee. Da domenica 24 febbraio a sabato 2 marzo un nutrito gruppo di studenti delle classi seconde, terze e quarte dell'Istituto Ferrini-Franzosini hanno preso parte allo stage linguistico in Germania e per la precisione nella cittadina di Würzburg.

"L'esperienza che abbiamo vissuto - raccontano Silvia, Corinna e Jennifer - è stata importante sia dal punto di vista scolastico sia dal punto di vista umano. Siamo stati opsitati in alcune famiglie del luogo, accolti come figli e abbiamo condiviso con loro una settimana intensa. Accanto alle lezioni mattutine, divisi per gruppi, così da potenziare la conoscenza della linga tedesca presso un Centro culturale di Würzburg, vi  è stata la possibilità nei pomeriggi di visitare la città stessa, con le sue bellezze artistiche ed architettoniche, tra queste il Duomo, il Castello e la piazza Mercato. Non solo. Vi  èstata anche la possibilità di conoscere il territorio circostante, tra cui la città di Norimberga e il suo Museo del giocattolo. La vita in famiglia è stata fondamentale, potendo condividere insieme i pasti e chiacchierare o giocare con loro nel dopo cena".

Un'esperienza, dunque, che ha lasciato il segno. "Abbiamo avuto la possibilità di imparare meglio la lingua e, stando lontani da casa, comprendere come crescere significhi anche saper affrontare alcune scelte ogni giorno con maggiore responsabilità. Crediamo che sia un progetto da ripetere negli anni", concludono Silvia, Corinna e Jennifer.

 

Giovedì, 14 Marzo, 2019 - 21:47

 La mostra “Una conchiglia per non dimenticare” dedicata alle giovani vittime delle mafie e realizzata un anno fa dalla 3 Turismo B - oggi diventata  4 Turismo B -  ha avuto un riscontro positivo tanto da essere ora richiesta anche al di fuori della scuola. Nova Coop insieme a Libera ha invitato gli studenti ad allestire la mostra presso il piano terra del centro commerciale IperCoop di Gravellona Toce, da venerdì 29 a domenica 31 marzo.

Ancora una volta gli studenti del Ferrini vestiranno i panni dei ciceroni e accompagneranno i visitatori attraverso il percorso espositivo, illustrando pannello dopo pannello - attraverso parole, immagini e oggetti - le storie di diciassette giovani vittime delle mafie; si va da bambini di pochi giorni di vita a ragazzi e ragazze quasi maggiorenni. Sono serviti tre mesi per preparare il tutto e ora la mostra è pronta per il suo debutto all'esterno della scuola.

La scelta di intitolare il percorso espositivo “Una conchiglia per non dimenticare” non è casuale. Come il mare, infatti, porta via le conchiglie, così la mafia porta via le sue vittime; la conchiglia fin dall’antichità è anche stato un simbolo di rinascita. Con questa mostra si è voluto far rivivere nella memoria di tutti quanti ciò che è stato e che talvolta, purtroppo, ancora avviene.

Maria Piazza - Aurora Serao

 

Giovedì, 14 Marzo, 2019 - 21:29

 Da mercoledì 20 a mercoledì 27 febbraio un nutrito gruppo di studenti di terza e quarta superiore dell'Istituto Ferrini - Franzosini di Verbania ha preso parte allo stage linguistico a Dublino in Irlanda. Accompagnati dai docenti di lingua inlgese della scuola, gli studenti hanno avuto la possibilità di frequantare le lezioni e di vivere una setitmna ospiti di alcune famiglie nella capitale irlandese.

«L'esperienza che abbiamo vissuto - hanno racontato alcuni di loro al rientro a Verbania - è servita sia per imparare meglio la lingua inglese, sia per  crescere sotto l'aspetto personale. Alcuni di noi abitavano anche a distanza dalla scuola e questo ha contribuito a dover saper gestire il proprio tempo e accrescere le propie competenze, in un contesto diverso da quello di casa. Siamo convinti che sia un'esperienza valida e invitiamo anche gli altri nostri compagni a prenderla in considerazione qualora venga riproposta nei prossimi anni».

Il soggiorno a Dublino ha dato modo anche di visitare, insieme alle famiglie ospitanti e in gruppo con gli altri studenti del ferrini, la città, apprezzandone le bellezze artistiche e paesaggistiche.

Simone Rossi - Lisa Laurenti

Giovedì, 24 Gennaio, 2019 - 17:40

Ancora echi dallo scambio in Germania. Sono quelli raccolti in un'intervista a Simone, Ilaria, Davide e Giulia che, insieme ad altri undici compagni della classe 2B Turismo dell'Istituto Ferrini di Verbania, accompagnati dalle professoresse Roberta Gaggero e Letizia Badà sul finire di novembre si sono recati in Baviera presso la scuola Rupert Ness Gymnasium di Ottobeuren.

Lo scambio con studenti pari età tedeschi è ormai una tradizione consolidata e avrà una sua seconda parte in primavera, quando, dal 6 al 12 aprile, saranno i giovani bavaresi a venire a far visita e frequantare le lezioni scolastiche a Verbania.

«La settimana trascorsa in Germania - racconta Giulia - è stata importante per noi, perchè ha permesso di conoscere meglio una realtà come quella tedesca, a contatto tutti i giorni con persone della nostra età che come noi studiano e che come noi hanno diversi interessi. Il seguire le lezioni a scuola in lingua tedesca ha contribuito a perfezionare meglio la conoscenza di questa lingua e il nostro mdo di comprendere ed esprimerci con essa. Anche il tempo tarscorso nelle famiglie che ci hanno ospitato è stato fruttuoso e ha pemrsso di allacciare legami con altre persone».

Lo scambio, infatti, ha visto «noi studenti alle prese con un modello di scuola diverso da quello a cui siamo abituati - prosegue Simone. - Gli ambienti scolastici sono molto belli, accoglienti e le lezioni sono per la quasi totalità interattive». Accanto a questo, vi è poi stato il tempo tarscorso nelle famiglie e quello condiviso in gruppo «con la visita ai mercatini di Natale, ai monumenti di principale interesse di Ottobeuren e del territorio circostante, tra cui quelli di Lindau e del celebre castello bavarese di Neuschwanstein» aggiunge Ilaria.

A rendere unico lo scambio hanno pi contribuito il clima natalizio e le possibilità di fare esperienze particolari, come quella di una lezione interattiva preso il Centro sportivo locale. «Ognuno di noi - conclude Davide - ha portato a casa con sè tanti ricordi che ora sono entrati a far parte di un diario di bordo e di alcuni elaborati grafici che abbiamo esposto a scuola per far conoscere anche a tutti gli altri la nostra esperienza. A tale proposito prima delle vacanze di Natale, in classe abbiamo visuto insieme alle professoresse Gaggero e Badà una piccola festa con i sapori dell'Avvento. Diversi di noi hanno preparato dolci tipici della Baviera, biscotti in particolare, le cui ricette le abbiamo apprese grazie alle famiglie che ci hanno ospitato».

  

  

 

 

2017-2018

Venerdì, 18 Maggio, 2018 - 19:22

«Abbiamo avuto la possibilità di visitare due città tedesche di indiscusso fascino, ma soprattutto di poter affinare le nostre competenze linguistiche. Un’esperienza così è da suggerire anche ad altri nostri amici per i prossimi anni». Lucrezia frequenta la terza superiore, corso Turismo all’Istituto Ferrini di Verbania e non ha dubbi: l’esperienza appena conclusa e che l’ha vista partecipe con altri studenti in Germania è stata fondamentale per il suo percorso scolastico.
Lo stesso giudizio, con qualche sfumatura, lo confermano anche altri ragazzi e ragazze ascoltati al rientro da Bamberga, dopo la settimana di “soggiorno linguistico”.
Accompagnati dalle docenti di lingua tedesca Roberta Gaggero, Rosanna Galante e Marina Federici, oltre trenta studenti - che frequentano dalla terza alla quinta superiore – hanno vissuto da domenica 18 a sabato 24 febbraio un’esperienza di studio in Germania, aderendo ad un progetto della Deutsch in Franken.
«I ragazzi divisi in gruppo di livello hanno al mattino seguito le lezioni di tedesco inerenti al geografia, il lessico e lo studio della civiltà – spiega la professoressa Gaggero, che ha guidato la “spedizione” del Ferrini. – Al pomeriggio, invece, sono state proposte alcune visite guidate rigorosamente in tedesco di Bamberga, del territorio circostante e della limitrofa città di Norimberga».
Tra le altre mete visitate e rimaste nel cuore dei ragazzi vi è stato il vecchio municipio a graticcio di Bamberga, patrimonio dell’Unesco, così come il quartiere della “piccola Venezia” e il museo del giocattolo. A Norimberga non è mancata una capatina sui bastioni della città, la visita al borgo vecchio e alla casa di Albrecht Dürer, noto pittore e grafico vissuto a cavallo tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento.
Ospiti in famiglia, gli studenti hanno potuto vivere a contatto diretto con la quotidianità della società tedesca, arricchendo sia il bagaglio culturale sia quello umano. Non solo. È stata anche l’occasione per sperimentare la cucina tedesca, scoprendo nuove pietanze e in taluni casi al contrario facendo sperimentare qualche piatto della nostra tavola italiana. E non poteva mancare anche l’assaggio della birra, in particolare la “Rauchbier”, specialità del luogo.
«Tirate le somme, possiamo dirci soddisfatte – afferma la professoressa Gaggero anche a nome delle sue colleghe – ben sapendo che esperienze di soggiorno-studio come queste lasciano un segno profondo nei ragazzi, aiutandoli a crescere e a comprendere meglio le opportunità che si possono aprire un domani davanti a loro».

 

 

Martedì, 15 Maggio, 2018 - 12:29

Un gruppo selezionato di 45 studenti delle classi terze e quarte dell’IIS Ferrini-Franzosini, hanno avuto la possibilità di  partecipare allo stage linguistico in Irlanda, organizzato dalle professoresse Bonmassar, Cavaliere e Resentini, dal 15 al 21 aprile 2018.

Giunti in volo dall’aeroporto di Milano Linate a Dublino, sono stati accompagnati a Bray, a 100km da Dublino, e sistemati nelle case delle famiglie ospitanti. Tutti i ragazzi si sono trovati molto bene, hanno interagito con disinvoltura e conosciuto lo stile di vita e la cultura del posto. 
Per le lezioni, tutte le mattine dalle 9 alle 12, si sono recati al Pace Institute di Bray, dove sono stati collocati in tre aule con tre docenti madrelingua e svolto lezioni coinvolgenti ed interattive alla fine delle quali hanno presentato i lavori realizzati in piccoli gruppi e hanno ottenuto un attestato di certificazione del livello di lingua conseguito.
Gli studenti hanno apprezzato le lezioni tanto quanto le attività pomeridiane che li hanno visti coinvolti in visite guidate a Bray, a Dublino, in danze popolari irlandesi e in giochi di squadra, bowling, quasar, biliardo. 
Il successo ottenuto è stato unanime e ciò induce le docenti a pensare di ripetere l’esperienza il prossimo anno scolastico, magari considerando anche la possibilità di effettuare uno stage all’estero nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro.

Irlanda 2018   Irlanda 2018

Martedì, 15 Maggio, 2018 - 12:21

 «Lo scambio è ormai una radicata consuetudine e la ricaduta sui nostri studenti è positiva non solo per il rafforzamento delle competenze linguistiche, ma anche per un significativo ampliamento dei loro orizzonti culturali». Così Roberta Gaggero, docente di tedesco dell’Istituto Ferrini di Verbania, sottolinea l’importanza dell’esperienza dello scambio culturale in corso di svolgimento in questi giorni tra gli studenti della classe 2A Turismo con sedici coetanee tedesche della scuola Rupert Ness Gymnasium di Ottobeuren nella regione dell’Algovia.
La comitiva, accompagnata dai docenti Heinz Köster e Annett Hörtrich, è ospite presso le famiglie degli studenti italiani. La partecipazione alle lezioni, la visita a Villa Taranto, alle isole borromee, a Verbania, ad Aosta e a Milano, sono solo alcuni tra i momenti che scandiscono questo progetto, giunto al terzo anno consecutivo.
Significativa è stata anche la visita, nel pomeriggio di lunedì 16 aprile in Municipio al sindaco di Verbania, Silvia Marchionini, occasione per uno scambio di doni e per conoscersi reciprocamente.

Venerdì, 5 Gennaio, 2018 - 07:20

gruppo al gran completo  Da sabato 25 novembre a sabato 2 dicembre, la classe 2A Turismo dell’Istituto Ferrini ha preso parte al progetto di scambio con la scuola tedesca di Ottobeuren in Baviera, dove gli studenti sono stati ospitati da famiglie locali. Arrivati nel piccolo paese, i ragazzi sono stati accolti in modo caloroso dai loro corrispondenti e, per far si che si conoscessero, è stato organizzato uno Speed Dating in lingua.

Con questo scambio gli studenti hanno avuto la possibilità di poter migliorare le proprie conoscenze linguistiche, partecipando alle lezioni svolte all’interno della scuola. Nelle foto, tra le altre cose, si possono ammirare i mercatini tipici di Natale di Kronburg, così come la basilica di Ottobeuren e l’incontro con il sindaco. E per concludere, una dolce merenda con the e Windbeutel alla panna.

Alice Lopizzo

gruppo a Ottobeuren in palestra Speed Dating in lingua 

la basilica paesaggio invernale bavarese musicante di Brema 

gruppo in basilica in palestra Baviera 

la scuola incontro in municipio Windbeutel alla panna 

case bavaresi gli accompagnatori mercatini bavaresi

 

2016-2017

Venerdì, 21 Aprile, 2017 - 11:23

Il gruppo al gran completo in Irlanda  Entusiasmo e curiosità hanno contraddistinto la recente esperienza dello stage linguistico che ha coinvolto quarantacinque ragazzi dai 16 ai 18 anni dell’Istituto Ferrini-Franzosini e tre insegnanti in Irlanda presso il Galway Cultural Institute.
Gli studenti hanno seguito lezioni di lingua inglese di buon livello e coinvolgenti, in modo partecipe ed attivo al termine delle quali hanno ottenuto una certificazione attestante il livello di conoscenza della lingua.
Durante gli intervalli i ragazzi consumavano il packed lunch preparato dalla famiglia ospitante oppure apprezzavano i piatti di buona qualità del cuoco italiano Franco dell’Ozone Café.
La competenza e la collaborazione dello staff della scuola di Galway - Siobhan, Roza e Padraig - hanno offerto esperienze curiose e peculiari: la caccia al tesoro, le danze irlandesi e anche il film in lingua originale.
Positiva è stata la sistemazione di coppie o a gruppi di tre alunni presso famiglie che ha offerto la possibilità di conoscere in modo ancora più approfondito le tradizioni e gli usi del paese, garantendo loro un’ulteriore possibilità di esercitare l’uso della lingua inglese.
I ragazzi, coadiuvati dalle docenti Elena Bonmassar, Anna Cavaliere e Marina Resentini hanno dichiarato all’unisono: «È un’esperienza da ripetere»!

     

Sito realizzato e gestito dall'IIS Ferrini Franzosini, basato sul modello realizzato dal gruppo di lavoro Porte Aperte sul Web. Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.