Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Giornale della Scuola

2018-2019

Martedì, 19 Marzo, 2019 - 07:22

Sono partiti domenica 17 e lunedì 18 marzo gli studenti delle classi quinte del Ferrini - Franzosini per i viaggi di istruzione all'estero. Alcune classi hanno scelto come meta la città portoghese di Lisbona; altre classi, invece, facendo tappa a Monaco, sono ora dirette verso Vienna.

Intanto iniziano già ad arrivare le prime fotografie dei viaggi, che qua sotto vi proponiamo in continuo aggiornamento. Mercoledì 20 marzo sarà poi la volta delle classi terze e quarte dirette a Forenze, Roma e Basilea.

 

   

Martedì, 19 Marzo, 2019 - 05:43

 Venerdì 15 marzo le classi terze e quarte del corso Costruzione, Ambiente e Territorio, accompagnate dai rispettivi docenti di indirizzo, hanno visitato presso il polo fieristico di Rho il salone "Made Expo", la fiera internazionale dell'architettura e delle costruzioni. 

La visita, inserita nel percorso di alternanza scuola-lavoro, è servita agli studenti per ampliare le proprie conoscenze in tema di materiali, sistemi costruttivi, serramenti, involucro, finiture, superfici, software e hardware. In particolare, la fiera ha catturato l'interesse degli studenti essendo luogo di esperienza dove scoprire, conoscere e toccare con mano, anche attraverso le Aree Demo Live, le eccellenze dell’edilizia, dell’architettura e delle finiture.

Venerdì, 15 Marzo, 2019 - 00:00

 Da un viaggio all'altro, le classi del Ferrini e del Franzosini sono ormai europee. Da domenica 24 febbraio a sabato 2 marzo un nutrito gruppo di studenti delle classi seconde, terze e quarte dell'Istituto Ferrini-Franzosini hanno preso parte allo stage linguistico in Germania e per la precisione nella cittadina di Würzburg.

"L'esperienza che abbiamo vissuto - raccontano Silvia, Corinna e Jennifer - è stata importante sia dal punto di vista scolastico sia dal punto di vista umano. Siamo stati opsitati in alcune famiglie del luogo, accolti come figli e abbiamo condiviso con loro una settimana intensa. Accanto alle lezioni mattutine, divisi per gruppi, così da potenziare la conoscenza della linga tedesca presso un Centro culturale di Würzburg, vi  è stata la possibilità nei pomeriggi di visitare la città stessa, con le sue bellezze artistiche ed architettoniche, tra queste il Duomo, il Castello e la piazza Mercato. Non solo. Vi  èstata anche la possibilità di conoscere il territorio circostante, tra cui la città di Norimberga e il suo Museo del giocattolo. La vita in famiglia è stata fondamentale, potendo condividere insieme i pasti e chiacchierare o giocare con loro nel dopo cena".

Un'esperienza, dunque, che ha lasciato il segno. "Abbiamo avuto la possibilità di imparare meglio la lingua e, stando lontani da casa, comprendere come crescere significhi anche saper affrontare alcune scelte ogni giorno con maggiore responsabilità. Crediamo che sia un progetto da ripetere negli anni", concludono Silvia, Corinna e Jennifer.

 

Giovedì, 14 Marzo, 2019 - 21:47

 La mostra “Una conchiglia per non dimenticare” dedicata alle giovani vittime delle mafie e realizzata un anno fa dalla 3 Turismo B - oggi diventata  4 Turismo B -  ha avuto un riscontro positivo tanto da essere ora richiesta anche al di fuori della scuola. Nova Coop insieme a Libera ha invitato gli studenti ad allestire la mostra presso il piano terra del centro commerciale IperCoop di Gravellona Toce, da venerdì 29 a domenica 31 marzo.

Ancora una volta gli studenti del Ferrini vestiranno i panni dei ciceroni e accompagneranno i visitatori attraverso il percorso espositivo, illustrando pannello dopo pannello - attraverso parole, immagini e oggetti - le storie di diciassette giovani vittime delle mafie; si va da bambini di pochi giorni di vita a ragazzi e ragazze quasi maggiorenni. Sono serviti tre mesi per preparare il tutto e ora la mostra è pronta per il suo debutto all'esterno della scuola.

La scelta di intitolare il percorso espositivo “Una conchiglia per non dimenticare” non è casuale. Come il mare, infatti, porta via le conchiglie, così la mafia porta via le sue vittime; la conchiglia fin dall’antichità è anche stato un simbolo di rinascita. Con questa mostra si è voluto far rivivere nella memoria di tutti quanti ciò che è stato e che talvolta, purtroppo, ancora avviene.

Maria Piazza - Aurora Serao

 

Giovedì, 14 Marzo, 2019 - 21:29

 Da mercoledì 20 a mercoledì 27 febbraio un nutrito gruppo di studenti di terza e quarta superiore dell'Istituto Ferrini - Franzosini di Verbania ha preso parte allo stage linguistico a Dublino in Irlanda. Accompagnati dai docenti di lingua inlgese della scuola, gli studenti hanno avuto la possibilità di frequantare le lezioni e di vivere una setitmna ospiti di alcune famiglie nella capitale irlandese.

«L'esperienza che abbiamo vissuto - hanno racontato alcuni di loro al rientro a Verbania - è servita sia per imparare meglio la lingua inglese, sia per  crescere sotto l'aspetto personale. Alcuni di noi abitavano anche a distanza dalla scuola e questo ha contribuito a dover saper gestire il proprio tempo e accrescere le propie competenze, in un contesto diverso da quello di casa. Siamo convinti che sia un'esperienza valida e invitiamo anche gli altri nostri compagni a prenderla in considerazione qualora venga riproposta nei prossimi anni».

Il soggiorno a Dublino ha dato modo anche di visitare, insieme alle famiglie ospitanti e in gruppo con gli altri studenti del ferrini, la città, apprezzandone le bellezze artistiche e paesaggistiche.

Simone Rossi - Lisa Laurenti

Venerdì, 8 Marzo, 2019 - 10:06

Martedì 12 marzo, alle 14.30, presso l'aula magna dell'Istituto Ferrini-Franzosini, in via Massara 8 a Pallanza, prenderà il via il corso “Patente per lo smartphone Over 65”, l'inizaitiva promossa dal Provveditorato agli studi e dal Comune di Verbania nel contesto del  progetto di welfare in azione “La cura è di Casa” della Fondazione Cariplo.

In collaborazione con l’Istituto Ferrini di Verbania  si è deciso di proporre agli Over 65 della città il progetto per un uso consapevole delle nuove tecnologie. La presentazione dell’iniziativa si è svolta mercoledì 6 marzo a Villa Giulia a Pallanza ed ha visto una folta presenza di persone interessate a partecipare al corso, che in tre lezioni tratterà dei rischi e delle opportunità relativi all’uso del web tra gli Over 65, con alcuni interventi di esperti tra cui il dottor Mauro Croce dell’Asl Vco e gli agenti della Polizia di Stato di Verbania.

I primi a salire in cattedra, martedì 12 marzo, saranno però proprio gli studenti del Ferrini. Toccherà a loro guidare i "nonni" nella conoscenza degli smartphone, di Internet e dei social. Il corso proseguirà martedì 19 e martedì 26 marzo, dalle 14.30 alle 16.30, sempre presso l’Istituto Ferrini a Pallanza. Le lezioni successive saranno tenute dagli agenti della Polizia di Stato, da rappresentanti dell’Asl Vco e dell’associazione Contorno Viola.

   

Mercoledì, 27 Febbraio, 2019 - 00:00

 «Mantenete viva in voi la passione che vi ha spinti a fare il corso. Non lasciate spegnere quella fiamma che oggi è viva nei vostri occhi e nel vostro cuore». Così la mattina di martedì 26 febbraio, Enzo Maria Bianchi, presidente dell’associazione Amici del cuore del Vco, si è rivolto agli studenti del Ferrini-Franzosini di Verbania in occasione della cerimonia di consegna degli attesati e dei tesserini agli studenti maggiorenni che hanno preso parte al corso gratuito di formazione per l’uso del defibrillatore (Dae).

«La pratica delle prime manovre rianimatorie e l’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici rappresentano il primo ed efficace intervento in caso di arresto cardiaco improvviso– ha ricordato il presidente Bianchi. – Considerato che l’esecuzione delle prime manovre rianimatorie dovrebbe essere patrimonio di ogni cittadino consapevole del suo ruolo civico, credo che sia stato giusto coinvolgere in prima persona voi giovani neo maggiorenni. La vostra partecipazione così numerosa dimostra che il messaggio è stato recepito: con poche manovre correttamente effettuate si può cambiare, in meglio, il destino di un essere umano».

La cerimonia di consegna degli attestati conclude la terza edizione del progetto “Neo maggiorenni Vco e Dae” portato avanti dall’associazione Amici del cuore del Vco, che nell’anno scolastico 2018-2019 ha visto la formazione di 375 studenti maggiorenni e ha coinvolto tutte le scuole superiori del Vco.

Mercoledì, 13 Febbraio, 2019 - 16:44

Olimpiadi di grammatica In seguito alle Olimpiadi di Grammatica svoltesi il 6 febbraio nell'aula Maioli dell'Istituto Ferrini, abbiamo intervistato la professoressa Lucia Soncin che si è detta molto entusiasta per la partecipazione e l'interesse dimostrati dagli studenti.

Tre sono le ragazze che si sono classificate per la semifinale che si terrà il 15 marzo in una sede ancora da definire in Piemonte. Si tratta di Zoe Matli, Ilaria Cerutti e Jessica Zaretti. "I risultati sono stati ottimi - afferma la professoressa Soncin, - e sono convinta che ciò abbia aiutato i ragazzi ad avvicinarsi alla grammatica attraverso la competizione."

Lisa Laurenti 

Mercoledì, 13 Febbraio, 2019 - 16:08

Gli studenti smistano le lettere d'amore La classe 3^B TUR si è occupata di realizzare il progetto "Valentine Box" in occasione della festa di San Valentino. Ad ogni piano sono state distribuite delle scatole nelle quali gli studenti hanno inserito i propri bigliettini d'amore. Nella foto i ragazzi smistano le lettere degli studenti che saranno consegnate nelle varie classi il 14 febbraio. 

Maria Piazza e Aurora Serao

Giovedì, 24 Gennaio, 2019 - 18:07

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre»

(Primo Levi)

 

Lunedì 28 gennaio per celebrare il “Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, tutte le classi del Ferrini - Franzosini dalle 13 alle 14, nel corso dell’ultima ora, fermeranno le lezioni didattiche per riflettere con i propri insegnanti sul dramma della Shoah, che ha cambiato le vite di milioni di persone.

 

Giovedì, 24 Gennaio, 2019 - 18:02

Una caccia al tesoro tra le sale del Museo del Paesaggio di Pallanza per bambini dai sei ai dieci anni. Questa è solo una tra le tante idee che gli studenti della classe 5A Turismo dell’Istituto Ferrini-Franzosini di Verbania hanno messo in campo per riqualificare il Museo stesso pensando in particolare ad un target di visitatori composto da giovani e famiglie che soggiornano in campeggio e nelle strutture ricettive del territorio.

«Il tutto si inserisce in un progetto – spiega Maya Pistocchini, anche a nome dei suoi compagni di classe – che ci ha visto coinvolti nel contesto dell’alternanza scuola lavoro. Su espressa richiesta del Museo del Paesaggio abbiamo elaborato alcune strategie di marketing per richiamare l’attenzione dei turisti, ma non solo, al grande patrimonio artistico conservato ed esposto. Tra queste strategie, è nata anche l’idea di una speciale caccia al tesoro per i più piccoli, con la realizzazione di una mappa che passo dopo passo, risolvendo enigmi e scovando indizi, permette di visitare e conoscere meglio le opere esposte nelle sale del piano terra dedicate a Paolo Troubetzkoy».

La caccia al tesoro e le tante altre idee - scaturite in quella che per una settimana è stata una vera e propria area di progetto per gli studenti – sono state pensate e predisposte sia in italiano sia in più lingue straniere.

«Abbiamo curato anche tutta una parte legata ai social - racconta Matteo Grieco – con la realizzazione di contenuti virtuali, così come è stata pensata anche una App con visore per permettere una visita virtuale del Museo. Ed, ancora, tra le tante idee è stata predisposta una speciale “city pass” che permette in modo agevolato di usufruire di diversi servizi in città e contempla anche l’ingresso al Museo».

In attesa di conoscere quali idee saranno accolte, gli studenti nelle prossime settimane avranno la possibilità di illustrare presso il Museo stesso il lavoro da loro eseguito, consapevoli insieme ai loro docenti che la scuola 2.0 passa ormai da questi nuovi percorsi didattici.

(Dal settimanale Il Verbano del 18-01-2019)

 

Giovedì, 24 Gennaio, 2019 - 17:40

Ancora echi dallo scambio in Germania. Sono quelli raccolti in un'intervista a Simone, Ilaria, Davide e Giulia che, insieme ad altri undici compagni della classe 2B Turismo dell'Istituto Ferrini di Verbania, accompagnati dalle professoresse Roberta Gaggero e Letizia Badà sul finire di novembre si sono recati in Baviera presso la scuola Rupert Ness Gymnasium di Ottobeuren.

Lo scambio con studenti pari età tedeschi è ormai una tradizione consolidata e avrà una sua seconda parte in primavera, quando, dal 6 al 12 aprile, saranno i giovani bavaresi a venire a far visita e frequantare le lezioni scolastiche a Verbania.

«La settimana trascorsa in Germania - racconta Giulia - è stata importante per noi, perchè ha permesso di conoscere meglio una realtà come quella tedesca, a contatto tutti i giorni con persone della nostra età che come noi studiano e che come noi hanno diversi interessi. Il seguire le lezioni a scuola in lingua tedesca ha contribuito a perfezionare meglio la conoscenza di questa lingua e il nostro mdo di comprendere ed esprimerci con essa. Anche il tempo tarscorso nelle famiglie che ci hanno ospitato è stato fruttuoso e ha pemrsso di allacciare legami con altre persone».

Lo scambio, infatti, ha visto «noi studenti alle prese con un modello di scuola diverso da quello a cui siamo abituati - prosegue Simone. - Gli ambienti scolastici sono molto belli, accoglienti e le lezioni sono per la quasi totalità interattive». Accanto a questo, vi è poi stato il tempo tarscorso nelle famiglie e quello condiviso in gruppo «con la visita ai mercatini di Natale, ai monumenti di principale interesse di Ottobeuren e del territorio circostante, tra cui quelli di Lindau e del celebre castello bavarese di Neuschwanstein» aggiunge Ilaria.

A rendere unico lo scambio hanno pi contribuito il clima natalizio e le possibilità di fare esperienze particolari, come quella di una lezione interattiva preso il Centro sportivo locale. «Ognuno di noi - conclude Davide - ha portato a casa con sè tanti ricordi che ora sono entrati a far parte di un diario di bordo e di alcuni elaborati grafici che abbiamo esposto a scuola per far conoscere anche a tutti gli altri la nostra esperienza. A tale proposito prima delle vacanze di Natale, in classe abbiamo visuto insieme alle professoresse Gaggero e Badà una piccola festa con i sapori dell'Avvento. Diversi di noi hanno preparato dolci tipici della Baviera, biscotti in particolare, le cui ricette le abbiamo apprese grazie alle famiglie che ci hanno ospitato».

  

  

 

 

Mercoledì, 5 Dicembre, 2018 - 22:53

 All'Istituto Ferrini l'atmosfera del Natale è già arrivata. In questi giorni alcuni studenti della classe 5A AFM hanno allestito presso l'ingresso della scuola il tradizionale albero di Natale con luci e decorazioni.

Mercoledì, 5 Dicembre, 2018 - 22:27

 Domenica 25 novembre, gli studenti della 4^B Turismo, 4^A e B Grafico,  hanno organizzato un Flash Mob insieme ai professori  Fabio Colombo e Maria Chiara Tomasi, svoltosi al Teatro Maggiore in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.  L’evento è stato animato dal ballo dei Funk Sensation, dall’intervento delle dottoresse Arianna Biollo e Monica Cupia del Centro Antiviolenza del Vco seguiti dalla canzone “Sorridere” scritta dagli alunni Davide Nocilla, Isaia Endrizzi, Sara Iani e Gregory Fontana.

Il cuore della giornata  è stata la rappresentazione del simbolo della manifestazione, un volto femminile formato da oltre 300 persone in maglia bianca. Il giorno seguente, presso l’auditorium del Ferrini, durante un convegno, gli organizzatori hanno esposto agli studenti di terza e quarta dell’istituto i propri progetti, video e foto che mostrano l’immagine della donna nella storia e sui social, una galleria fotografica che spiega le fasi di una violenza, alternati dall’intervento delle psicologhe presenti alla manifestazione.

Inoltre, vi è stato l’intervento di alcuni rappresentanti della Questura di Verbania che, illustrando le varie forme di violenza, hanno messo in luce come loro agiscono in queste situazioni.

Maria Piazza e Aurora Serao

Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 00:23

organizzatori convegno  In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, l'Istituto Ferrini Franzosini promuove due iniziative in collaborazione con il Centro Antiviolenza Vco al fine di sensibilizzare i giovani, e non solo, a questo importante tema di estrema attualità.

In particolare, domenica 25 novembre, è organizzato presso il teatro Il Maggiore di verbania un "Flash Mob" che mira a coinvolgere tutta la comunità verbanese e del territorio. L'appuntamwnto è per le 10 e l'inizio della manifestazione è per le 10.30. Si chiede di partecipare indossando una maglietta bianca.

Lunedì 26 novembre, invece, presso l'auditorium dell'Istituto Ferrini a cura degli studenti della classe 4B Turismo in collaborazione con il Centro Antiviolenza Vco viene proposto un convegno dal titolo "Rispettiamoci" con la partecipazione, tra gli altri, di rappresentanti del Centro stesso e della Questura di Verbania. Il convegno rientra nel Progetto Attivissimo Me-Educazione alla cittadinanza attiva. L'inizio dei lavori è per le 9.

Sito realizzato e gestito dall'IIS Ferrini Franzosini, basato sul modello realizzato dal gruppo di lavoro Porte Aperte sul Web. Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.